BASTAAAA!!

Pubblicato da Nonnalibera , martedì 6 marzo 2012 11:31

Non farmi la festa oggi sono tanti i giorni in cui mi è stata fatta una festa sono stata legna da ardere in qualche festa sono stata cibo da mangiare e carne da violare in altre feste sono stata calice da bere e nettare da
E' ORA DI DIRE BASTA A TUTTA QUESTA VIOLENZA SULLE DONNE

E' ORA CHE LA GENTE PRENDA COSCIENZA CHE QUESTA PIAGA SI STA' INGIGANTENDO SEMPRE

PIU'...DONNE UCCISE DAI PROPRI COMPAGNI, MARITI. EX COMPAGNI

UOMINI, MA VI VOLETE METTERE IN TESTA CHE LA DONNA CHE AVETE NON E' DI VOSTRA

PROPRIETA'??

LA DONNA APPARTIENE SOLAMENTE A SE STESSA, NON RICORDIAMO SOLO L 8 MARZO

NON PORTIAMOLE LA MIMOSA (SPARO A CHI LE LA REGALA!)

FACCIAMO QUALCOSA DONNE E UOMINI DI BUONA VOLONTA' CHE CE NE SONO TANTI

BASTAAAAAA!!!

9 Response to "BASTAAAA!!"

Anonimo Says:

Sciura si devono condannare duramente gli uomini che esercitano violenza.... anche psicologica non solo fisica. rinchiuderli a vita...x sempre non liberarli dopo 1 mese.
la violenza sulle donne come quella sui bamabini non deve essere tollerata.....cosi come quella sugli animali , chi picchia ...ammazza non merita perdono o pieta' mai.....
non ci sono giustificazioni alla violenza....non c'e' nessuna ragione che giustifica lo sfogo su chi e' piu' debole o non si puo' difendere.
Chi maltratta donne e' solo un individuo codardo che non merita nemmeno di essere ascoltato o difeso...ripeto non esiste giustificazione .

E le donne devono denunciare prima che sia tardi ...lo stato deve esserci con leggi adeguate ...purtroppo l'Italia e' ancora un paese maschilista c'e' chi ancora crede che certi atteggiamenti siano normali perche' il maschio ...l'uomo ha il diritto di sfogarsi.
Impariamo dagli animali ....e da come si somportano con il gentil sesso...la violenza degli esseri uomani...la cattiveria e ferocia, un animale con la compagna non l'avra' mai!

Emigrnte schifato...

Anonimo Says:

Sciura ho messo anche una canzone adeguata....

Sinead O'Connor - Red Football

Io non sono una palla da prendere a calci in giardino
Io non Sono la palla rossa di un albero di Natale
E io sono fragile
Io non sono un animale allo zoo

Io non sono un coccodrillo
Come quello allo zoo di Dublino
Chi vive in una gabbia che misura la lunghezza e la larghezza del suo corpo con una finestra dalla quale la gente puo' guardare e gettare monete sulla schiena per schernirlo 'anche se non riesce a muoversi

Io non sono un capro espiatorio per te
Tu non mi tratti come stai facendo
Io non sono un animale allo zoo
La mia pelle non è una partita di calcio per te
La mia testa non è una partita di calcio per te
Il mio corpo non è una partita di calcio per te
Il mio seno non è una partita di calcio per te
Il mio cuore non è una partita di calcio per te
Io non sono un animale allo zoo
Questo animale salterà su e mangiarti
Io non sono un animale allo zoo
E ho tutte le intenzioni di alzarmi e fartela pagare

gabbianoinfuga Says:

Ciao nannarè, ti ho rubato l'idea, ho voluto anch'io parlare di questi farabutti...che dire? è pazzesco, ogni giorno Una...


caro London dev'essere qualche vecchia conoscenza, l'altro giorno ha lasciato un ricordino anche da me...se si diverte così...poveri noi!

un saluto ad entrambi...

Nonnalibera Says:

@Luca bellissimo il tuo commento, ma veramente qui bisogna fare qualcosa altro che festeggiare , ma quale festa della donna,,quanta ipocrisia in giro!!
In quanto all'utente anonimo lasciamola/o stare, finche si diverte cosi!! Si vede che nn ha altro da fare! Se sai da dove proviene me lo puoi scrivere tramite mail sono curiosa!
@Gabbianella ..a quello bisogna pensare..ti chiedo scusa ma non riesco ad entrare da te cio ho provato diverse volte..cmque ci riprovo..kiss anche a te!!
La canzone è molto bella!!!

Fioredicollina Says:

cara Nannarè so anche io che nn festeggi oggi, tu sei in festa tutto l'anno!!!! dai, scherzo....anche io nn è che poi festeggio...
grazie che sei passata : è l'ora del thè , che dici una fetta di
cliccaci sta?

Coloratissimo Says:

Un tempo la donna era schiava oggi se lo è ancora è solo per sua colpa.
Le schiave del terzo millenio sono quelle donne che si immolano per un malinteso senso di amore ai loro mariti padroni,che li lavano e stirano e che si prestano spesso senza desiderio alle loro voglie.Il più grande sfruttamento della donna avviene tra le mura domestiche.
Svegliatevi femmine,perche è meglio sole che schiave.

Nonnalibera Says:

Ma che meravigliaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa!!!!

Anonimo Says:

ma cosa sciura il template o io? ahahahahha